Pensioni: Ocse, Italia al top per contributi

breaking_newsL’Italia è uno dei Paesi dell’area OCSE dove la contribuzione previdenziale obbligatoria per i lavoratori dipendenti è tra le più alte. Lo rende noto l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo economico attraverso il Rapporto “Pensions Outlook 2016”. In Italia la contribuzione previdenziale obbligatoria raggiunge il 33% della retribuzione dei lavoratori dipendenti.
L’OCSE sottolinea che è particolarmente alta la contribuzione del datore di lavoro (23,81%) mentre quella del lavoratore (9,19%) è in linea con Germania e Francia. In Francia si paga il 24,89% di contributi sulla retribuzione, ma il 10,65% è a carico del lavoratore. In Germania si paga il 19%, diviso equamente (9,5%) tra lavoratore e datore di lavoro.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Garante Privacy: no a verifiche indiscriminate di mail e dati di navigazione

“ Verifiche indiscriminate sulla posta elettronica e sulla navigazione web del personale sono in contrasto con il Codice della privacy e con lo Statuto dei lavoratori”: ecco cosa ha stabilito

ASSUNZIONI AMAZON

Amazon ha fatto 300 nuove assunzioni a tempo indeterminato in Italia durante i primi sei mesi del 2015. Il gigante delle vendite on line ha aperto i suoi uffici nel

OCSE: A DICEMBRE DISOCCUPAZIONE STABILE

Il tasso di disoccupazione nell’area dell’Ocse è rimasto stabile a dicembre 2015 al 6,6%: 1,5 punti percentuali al di sotto del picco di gennaio 2013. Lo rende noto l’organizzazione internazionale

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento