Pensioni: Ocse, Italia al top per contributi

breaking_newsL’Italia è uno dei Paesi dell’area OCSE dove la contribuzione previdenziale obbligatoria per i lavoratori dipendenti è tra le più alte. Lo rende noto l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo economico attraverso il Rapporto “Pensions Outlook 2016”. In Italia la contribuzione previdenziale obbligatoria raggiunge il 33% della retribuzione dei lavoratori dipendenti.
L’OCSE sottolinea che è particolarmente alta la contribuzione del datore di lavoro (23,81%) mentre quella del lavoratore (9,19%) è in linea con Germania e Francia. In Francia si paga il 24,89% di contributi sulla retribuzione, ma il 10,65% è a carico del lavoratore. In Germania si paga il 19%, diviso equamente (9,5%) tra lavoratore e datore di lavoro.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

EVANGELIZZATORI DIGITALI

A Garanzia Giovani hanno finora partecipato oltre 850 mila giovani: di questi 500 mila sono già stati ricevuti dai Centri per l’impiego. “È il primo progetto italiano che una volta

PA, SINDACATI ALLA CAMERA

Un “pensiero speciale” in vista del Natale, da consegnare al presidente del Consiglio. Un messaggio chiaro perchè i lavoratori dei servizi pubblici non si aspettano regali sotto l’albero ma il

CARCASSI (FONDIMPRESA) SU FONDI INTERPROFESSIONALI

“I fondi interprofessionali virtuosi possono dare un contributo importante alle politiche attive del lavoro ma è essenziale non sottrarre risorse e non burocratizzare gli strumenti efficaci”. A dirlo oggi il

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento