Statali: accordo Governo-Sindacati sui contratti

image_pdfimage_print

breaking_newsÈ stato raggiunto l’accordo per sbloccare la contrattazione nel pubblico impiego. Cgil, Cisl e Uil hanno firmato l’intesa con il governo. Il rinnovo contrattuale dei lavoratori statali era bloccato da sette anni.

Dall’accordo si evince che l’intesa che sblocca la contrattazione nel pubblico impiego prevede un incremento contrattuale “non inferiore a 85 euro mensili medi”, confermando la formula che già compariva nelle bozze. Lo stesso Ministro Madia, infatti, ha sottolineato questo aspetto: “Sull’aumento di 85 euro medi, abbiamo insistito sul fatto che siano medi” anche per dare “una maggiore attenzione e un maggiore sostegno ai redditi bassi, a chi ha sofferto di più la crisi e il blocco contrattuale”.

L’impegno finanziario per rinnovare i contratti in tutta la Pubblica Amministrazione sarà pari a 5 miliardi nel triennio 2016-18, hanno aggiunto i sindacati al termine dell’incontro. Per l’anno prossimo la cifra prevista è di 850 milioni.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

USA, CRESCE OCCUPAZIONE

Il mercato del lavoro Usa a novembre crea più posti di lavoro del previsto, andando a rafforzare l’ipotesi di un aumento dei tassi da parte della Fed. E le revisioni

SUDELETTRA SENZA JOB ACT

L’accordo per la ricollocazione di 63 lavoratori della Sudelettra, società appaltatrice dell’Eni, che ha perso la commessa per lavorazioni nell’indotto del polo petrolifero della Val d’Agri, ha previsto il superamento

75 MILA I NUOVI ASSUNTI

Il dato vero è che ci sono 75 mila nuovi posti di lavoro, cioè persone in più che lavorano ad un costo di quasi 2 miliardi, che significa circa 20

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento