Istat: cresce la presenza di multinazionali in Italia

image_pdfimage_print

breaking_newsAumenta la presenza di multinazionali a controllo estero in Italia. Nel 2014, sono 404 in più rispetto all’anno precedente, rileva l’Istat, per un totale di 13.569 imprese, ma sono comunque poco più della metà delle multinazionali a controllo italiano presenti oltre confine (22.388). Complessivamente le multinazionali estere hanno 1,2 milioni di addetti in Italia (il 7,6% del totale delle imprese) e fatturano 524 miliardi di euro al netto dei servizi finanziari (il 6,2% in più dell’anno precedente).

Altro dato positivo emerge analizzando il confronto tra grandi imprese italiane sopra i 250 addetti: le imprese a controllo estero sono, in media, più produttive e più profittevoli di quelle nazionali (con 69,3 mila euro per addetto rispetto a 57,9 mila euro e il 34,2% contro il 30,6% di quota di margine operativo lordo sul valore aggiunto), anche se ci sono differenze tra settori. Un dato importante, inoltre, riguarda la loro spesa in ricerca e sviluppo che risulta essere quasi pari ad un quarto (il 23,9%) del totale della spesa privata.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

GARANZIA GIOVANI: DATI MARZO

Continua a crescere il numero dei giovani presi in carico e quello dei giovani ai quali è stata offerta un’opportunità concreta tra quelle previste dal programma Garanzia Giovani. Al 31

PAUSA PRANZO? VAI SUL WEB

Edenred e TripAdvisor lanciano una guida on line per aiutare i lavoratori a scegliere i ristoranti per la pausa pranzo. Da oggi, compaiono recensioni ad hoc sul nuovo portale “dovepranzo.edenred.it”, nato

CHANCE PER MIGRANTI

Al via in Sicilia un piano per trovare un lavoro ai migranti in Tunisia. Il primo gruppo di 22 giovani, 60% donne, completerà la formazione domani, un secondo gruppo tra

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento