Confcommercio: siglata intesa su contratti

image_pdfimage_print

breaking_newsI sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno firmato l’accordo sul nuovo modello contrattuale nel terziario con Confcommercio. Sono stati stabiliti criteri di misurazione della rappresentanza non solo per le organizzazioni sindacali, ma anche per la parte datoriale. Il contratto nazionale rimane centrale ed è affiancato dal contratto aziendale o territoriale che può in parte modificarlo. Non ci sono automatismi per gli aumenti, ma si fa riferimento agli andamenti dei settori e ai risultati della trattativa.
“Abbiamo sempre sostenuto che la materia della contrattazione dovesse essere lasciata all’autonomia delle parti sociali, le sole in grado di trovare quegli equilibri che giustificano un accordo, anche perché siamo convinti che non sia più il tempo di un solo modello contrattuale per tutti i settori”. Coì il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, ha commentato la firma dell’accordo.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

POLETTI SU OCCUPAZIONE

In poco più di due anni trascorsi dall’insediamento del governo di Mattero Renzi sono stati recuperati 585.000 occupati, 266.000 dei quali nell’ultimo anno. Lo afferma il ministro del Lavoro, Giuliano

LAVORO SU AFFARI ITALIANI.IT

Affaritaliani.it, il primo quotidiano on line con oltre 3 milioni di lettori, lancia la sezione Lavoro, un nuovo canale che approfondirà gli aspetti occupazionali, economici e sociali, attraverso servizi, interviste,

LAVORO, DATI UNIFICATI

L’Istat ha avviato una riflessione congiunta con il ministero del Lavoro, l’Inps e l’Inail per avviare finalmente nel nostro Paese un sistema unificato di informazioni sul mercato del lavoro. Lo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento