Istat: sale la spesa per ricerca e sviluppo

breaking_newsLa spesa per ricerca e sviluppo intra-muros sostenuta da imprese, istituzioni pubbliche, istituzioni private non profit e università sfiora i 22,3 miliardi di euro nel 2014, in crescita “consistente” rispetto al 2013 sia in termini nominali (+6,2%) sia reali (+5,3%). Lo comunica l’Istat spiegando che la spesa per ReS in rapporto al Pil raggiunge così l’1,38% (era 1,31% l’anno precedente) e che nell’ambito della strategia Europa2020 “l’Italia si è posta come obiettivo il raggiungimento, nel 2020, di un livello di spesa in ReS in rapporto al Pil pari all’1,53%”.
Nel 2016, invece, ci potrebbe essere una nuova flessione nella P.a. (-1,4% sul 2015) a fronte di un aumento nelle istituzioni private non profit (+2,2%) e nelle imprese (+5,2%).

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1325 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Parlamento: entra in vigore il Decreto Fiscale

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 282 del 2 novembre 2016 è stato pubblicato il Testo del decreto-legge 22 ottobre 2016, coordinato con la legge di conversione 1° dicembre 2016, n. 225,

RENZI ALLE PARTI SOCIALI. FATE PRESTO

Duro monito del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, rivolto alle parti sociali: “Sulla contrattazione, o interverranno sindacati e Confindustria o intervengono Parlamento e governo – assicura il premier – perché,

CONSULENTI DEL LAVORO, PIÙ AMPIE COMPETENZE DI COMMISSIONI CERTIFICAZIONE

“Il decreto legislativo 81/2015 ha ampliato sia le competenze delle commissioni di certificazione, sia gli interventi dei consulenti del lavoro che vedono rafforzato il ruolo di terzietà”. A ribadirlo, dalle

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento