Prestazioni assistenziali ai cittadini: parte il Casellario dell’assistenza

breaking_newsL’Inps comunica la disponibilità e l’inizio del nuovo servizio “Casellario dell’assistenza”, che dovrà raccogliere tutte le informazioni relative alle prestazioni assistenziali erogate ai cittadini. Il Casellario è accessibile con le necessarie abilitazioni seguendo il percorso Servizi online > Accedi ai servizi > Elenco di tutti i servizi > Casellario dell’assistenza.

In base al Decreto direttoriale n. 103 del 15 settembre 2015, l’INPS ha il compito di sviluppare e mettere il Casellario dell’assistenza a disposizione di Regioni, Province autonome, Comuni e altri enti erogatori i quali hanno l’obbligo di alimentare le Banche dati del Casellario con le informazioni in loro possesso (escluse quelle già trasmesse alla Banca dati prestazioni sociali agevolate, rilasciata e già alimentata da alcuni mesi, che sarà integrata e sostituita dal Casellario).

L’obiettivo è l’acquisizione di informazioni complete per programmare gli interventi sociali in maniera più rispondente ai bisogni concreti dei cittadini, e valutare la spesa sociale a livello locale e nazionale, ottenendo al contempo risparmi e una migliore gestione della spesa pubblica, nonché effettuare monitoraggi e controlli sulla legittimità delle prestazioni erogate.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1325 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

LICENZIARE COL JOB ACT

Se dopo le nuove regole sul lavoro, arrivano adesso i primi licenziamenti, non si tratta di un fatto imprevedibile, soprattutto alla luce del fatto che vi è stato oltre un

LAVORO PER OLIMPIADI

La candidatura di Roma alle olimpiadi e paralimpiadi del 2024 diventa un concorso per giovani aspiranti fotografi e video maker con in palio un posto di lavoro fino al 2017

Ocse: Pil in crescita nel 2017

Arrivano buone notizie dall’ Ocse nell’Economic Outlook di novembre: in Italia il Pil crescerà dello 0,8% nel 2016, dello 0,9% nel 2017 e dell’1% nel 2018. Rispetto alle prospettive economiche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento