Inps: prosegue l'iniziativa "Sportello Voce"

image_pdfimage_print

sportello vocePer facilitare l’accesso dei non udenti (circa 42.700 utenti Inps) alle prestazioni istituzionali l’Inps ha attivato lo Sportello Voce per sordi: un servizio dedicato esclusivamente a questa categoria di utenti e gestito prevalentemente da dipendenti sordi, adeguatamente formati e addestrati, che si interfacciano con l’Utenza attraverso l’uso della Lingua Dei Segni Italiana (LIS).

L’iniziativa è nata grazie alla volontà della Direzione Centrale Organizzazione e, dopo un periodo di sperimentazione, svolto presso alcune strutture territoriali, si sta ora gradualmente diffondendo sull’intero territorio. È stata inviata, a tutti gli utenti non udenti, una comunicazione informativa sul servizio, nella quale viene anche indicato un indirizzo mail al quale far riferimento per poter richiedere un appuntamento.

A meno di 2 anni dall’apertura dello Sportello Voce sono state già inviate agli utenti circa 8000 lettere informative del servizio ed effettuate oltre 1500 pratiche amministrative di vario livello di complessità.

Nelle sedi in cui non vi è la presenza di un dipendente sordo, gli appuntamenti vengono gestiti a distanza attraverso un collegamento video con un operatore in altra sede che conosce la LIS. Lo Sportello Voce per Sordi è attualmente attivo in 32 Strutture Inps nelle regioni Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Umbria, Veneto (le successive aperture verranno tempestivamente comunicate): un sostegno necessario a favore di una delle categorie sociali più svantaggiate dal punto di vista della comunicazione.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Le regole per il part-time agevolato ai pensionandi [INPS – cir. 90/16]

L’Inps, con la circolare n. 90 del 26 maggio 2016, fornisce la regolamentazione operativa e le istruzioni per la fruizione dei benefici introdotti dall’art. 1, comma 284, della legge 208/2015,

Ministero del Lavoro: retribuzioni medie giornaliere 2018 per talune categorie di lavoratori agricoli ai fini previdenziali

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emanato, con prot. 0000195 dell’11 maggio 2018, il Decreto Direttoriale 10 maggio 2018, con la determinazione delle retribuzioni medie giornaliere per talune categorie

Indennità di maternità alle lavoratrici iscritte alla gestione separata [cassazione]

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia, ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 79 del 5 aprile 2016, il Decreto Inter-Ministeriale del 24 febbraio

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento