Istat: in aumento posti di lavoro "liberi"

image_pdfimage_print

breaking_newsL’Istat ha rilevato che il tasso dei posti vacanti, che misura la quota di posti di lavoro ‘liberi’, per i quali il datore di lavoro sta cercando attivamente un candidato, in rapporto al totale dei posti di lavoro, è in aumento. Le stime preliminari dell’Istat indicano che nel terzo trimestre 2016, questo tasso destagionalizzato di posti vacanti è pari allo 0,7%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente. In particolare il tasso cresce di 0,1 punti percentuali nei servizi, raggiungendo lo 0,7%, mentre rimane stabile allo 0,6% nell’industria. Il dato sui posti vacanti considera tutti i dipendenti, inclusi i dirigenti, delle imprese con almeno dieci dipendenti e, spiegano dall’istituto di statistica, “può fornire, usato assieme ad altri indicatori, informazioni utili ad interpretare la congiuntura. I posti vacanti, infatti, possono dare segnali anticipatori sull’andamento del numero di posizioni lavorative occupate nel prossimo futuro”.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Industria: crescono ordini e fatturato

Segnali postivi per il settore industriale: a novembre 2016, l’Istat ha rilevato un aumento significativo sia del fatturato, che ha segnato un +2,4% rispetto al mese precedente trainato dall’energia, sia

DONNE, IL 30% LASCIA IL LAVORO

Attualmente circa il 30% delle donne occupate lascia il lavoro dopo la gravidanza. Infatti, il tasso di abbandono del lavoro per le donne nate dopo il 1964 è al 25%.

LICENZIARE COL JOB ACT

Se dopo le nuove regole sul lavoro, arrivano adesso i primi licenziamenti, non si tratta di un fatto imprevedibile, soprattutto alla luce del fatto che vi è stato oltre un

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento