Lavoro Autonomo: il Senato approva il ddl

image_pdfimage_print

breaking_newsIn data 3 novembre 2016, il Senato, con 173 sì e 53 astensioni, ha approvato il disegno di legge n. 2233, riguardo le misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato. Il testo ora passa alla Camera dei deputati.

Tra queste nuove misure troviamo: estensione del congedo di paternità ai lavoratori autonomi e allungamento per le mamme e i papà del congedo, fino a 6 mesi entro i 3 anni di vita del bambino; indennità di maternità anche continuando a lavorare, pari all’80% della retribuzione, per i 5 mesi canonici (2 prima e 3 dopo il parto); tutela per il ritardo nei pagamenti: viene estesa anche alle transazioni tra imprese e autonomi, tra autonomi e tra autonomi Pa; rimborsi spese: quelli per le spese alberghiere, per alimenti e bevande non creano reddito; spese per la formazione deducibili. Diventano deducibili al 100% le spese per l’iscrizione a master, corsi di formazione o di aggiornamento, di iscrizione a convegni e congressi (fino a 10 mila euro l’anno); sospensione dei contributi in caso di malattia o di infortunio: il pagamento dei contributi previdenziali e dei premi dell’assicurazione obbligatoria contro infortuni e malattie professionali viene sospeso, e poi si potrà riprendere a rate.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

API: NUOVO LOGO

Le piccole e medie industrie, da oggi, avranno un nuovo logo nel quale identificarsi. Sarà, infatti, presentato durante l’assemblea annuale ‘Api 70 Radici e cambiamento’ che al teatro Litta, questo

DETENUTI AL LAVORO

Grazie al progetto “Ricomincio da qui”, previsto dal protocollo d’intesa tra il Dipartimento Penitenziario e l’Associazione Comuni, è possibile  offrire opportunità di crescita a quanti sono in carcere. L’obiettivo è garantire

GUIDI: IL GOVERNO NON INTENDE SMANTELLARE LA CHIMICA IN ITALIA

“Il governo non intende smantellare la chimica in Italia. Pur nel rispetto dell’autonomia gestionale dell’Eni, seguiremo con attenzione gli sviluppi del piano per realizzare un progetto solido che dia prospettive

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento