TURISMO – flessibilita’ contrattata per i rapporti a termine. L’accordo sembra stipulato ai sensi dell’art.1 comma 1-bis del d.lgs 368/2001. Ma tale riferimento normativo mi sembra sia stato abolito dal dl 34/2014.Se così è vine meno anche il riferimento successivo all’art.10 comma 7 della stessa legge e l’accordo pertanto non dovrebbe essere valido. E’ possibile un chiarimento?

La norma si riferisce a quelle aziende che non hanno alcuna regolamentazione collettiva e che alla data di entrata in vigore delle nuove disposizioni hanno una percentuale di lavoratori a termine superiore al 20% (fatta, ovviamente la “tara” di quelli non computabili perchè over 55, per ragioni sostitutive o stagionali ecc., o perchè non rientranti nell’ombrello applicativo del 368/2001 come i contratti dei lavoratori in mobilità o i dirigenti a termine). Le imprese hanno tempo fino al 31 dicembre 2014 per rientrare nel limite. Tale limite può essere spostato in avanti attraverso un accordo collettivo anche di secondo livello.

PrintFriendlyPrintEmailFacebookLinkedInTwitterWhatsAppCondividi
Roberto Camera

A cura di : Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)