Pensioni: quattordicesima e Ape, ecco cosa cambia

image_pdfimage_print

breaking_newsPer le pensioni fino a 1.000 euro arriva la quattordicesima, che sarà tra 330 euro e 500 euro. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini al Tg2. Per i pensionati che ricevono un assegno fino a 750 euro, invece, la quattordicesima aumenterà di 100-150 euro.

Il governo – ha spiegato Nannicini – ha deciso di intervenire sulle pensioni “per esigenze di equità sociale. Dopo anni di tagli alle pensioni era arrivato il momento di dare un segnale, un sostegno ai redditi bassi da pensione”. “Dopo anni di interventi per alzare l’età pensionabile e garantire la sostenibilità finanziaria del sistema – ha ribadito alla vigilia dell’incontro con i sindacati – era arrivato il momento di dare un segnale a chi è disoccupato e fa lavori gravosi”.
L’Ape “costerà tra il 4,5% e il 5% per ogni anno di anticipo”. La penalizzazione sarà tale “grazie all’aiuto fiscale dello Stato”. Nel caso dell’Ape social, “il reddito ponte sarà invece interamente a carico dello Stato”.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

FMI: RIVEDE RIALZO PIL ITALIA A 1,1%

Il Fondo Monetario Internazionale rivede leggermente al rialzo le previsioni di crescita per l’Italia. Quest’anno il Pil salirà dell’1,1% (dal precedente 1%) e nel 2017 e 2018 dell’1,25% (dall’1,1% precedentemente

Disoccupazione in calo a novembre, si attesta al 10,5%

Nel mese di novembre il tasso di disoccupazione scende di poco attestandosi al 10,5% (-0,1 punti percentuali), per quanto riguarda quello giovanile scende 0,6 punti percentuali fermandosi al 31,6%. Questa l’istantanea dell’Istat che sul

Decreto Dignità: Confindustria critica il testo “Si creano effetti peggiori delle previsioni”

Per Confindustria le conseguenze del provvedimento dell’esecutivo, l’ormai già famigerato Decreto Dignità, sono fonte di grande preoccupazione. L’apprensione per gli esiti della misura appare chiaro nelle parole del direttore generale

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento