Boom di voucher: in 8 anni venduti 347 milioni

image_pdfimage_print

breaking_news“Complessivamente, da agosto 2008 (inizio della sperimentazione sull’utilizzo dei voucher per vendemmie di breve durata) al 30 giugno 2016 risultano venduti 347,2 milioni di voucher di importo nominale pari a 10 euro”. A fare il calcolo è l’Inps. “La progressiva estensione degli ambiti oggettivi e soggettivi di utilizzo del lavoro accessorio è andata di pari passo con l’aumento della vendita dei voucher” che, ricorda l’Inps, ha segnato un rialzo del 40% solo nei primi sei mesi del 2016, rispetto allo stesso periodo del 2015.
“Il numero di lavoratori è cresciuto costantemente negli anni- aggiunge l’Inps- mentre il numero medio di voucher riscossi dal singolo lavoratore, invece, è rimasto sostanzialmente invariato: circa 60 voucher l’anno dal 2012 in avanti”. Ora, spiega l’Istituto, “poiché l’importo netto che il lavoratore riscuote per ogni voucher è di 7,50 euro, si ricava che il compenso annuale medio netto negli anni più recenti non è mai arrivato a 500 euro”.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

EUROPA META DI CHI CERCA OCCUPAZIONE

Per fare carriera,  la quasi totalità  dei cervelli in fuga punta su Eurolandia, volendo fare fortuna in una delle grandi metropoli del Vecchio Continente. In base a un’indagine della Hays

CALENDA: PRIORITÀ DA MINISTRO

“Gestione, gestione, gestione. Per me un ministro dello Sviluppo Economico credibile deve prima di tutto mettere sotto controllo la macchina, capire che cosa c’è, che cosa sta funzionando e cosa

Corte di Cassazione : malattia e licenziamento

La Corte di Cassazione ha deliberato sulla legittimità del licenziamento nel caso in cui il dipendente in malattia svolga attività che possono ostacolare la sua guarigione. Il periodo coperto dall’indennità

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento