È possibile che il CPI attivi un tirocinio per coprire l’obbligo dei disabili previsto dalla L.68/1999?

È possibile che il CPI attivi un tirocinio per coprire l’obbligo dei disabili previsto dalla L.68/1999?

 

Il tirocinio è attivabile ai sensi dell’art. 11, comma 2, della legge n. 68/1999. Ciò significa che va fatta una convenzione tra la ditta ed il servizio disabili del Centro per l’Impiego. Il tirocinio con contenuti di inserimento formativo, non è rapporto di lavoro subordinato ma consente, da subito, la copertura dell’aliquota d’obbligo.

E’ finalizzato all’assunzione e la sua durata massima è di 12 mesi, rinnovabile, a determinate condizioni, per altri 12. Non trattandosi di rapporto di lavoro subordinato, non è dovuta una retribuzione e una relativa contribuzione.

Gli unici costi per il datore di lavoro sono:

  • stipula di una assicurazione INAIL ed una assicurazione civile per responsabilità conto terzi;
  • pagamento, al disabile, di una c.d. “indennità di partecipazione”, che varia da Regione a Regione.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 546 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

In materia di provvedimenti disciplinari cosa si intende con la frase che “ il codice disciplinare deve essere affisso in luogo accessibile a tutti ”?

E’ il principio del “nullum crimen sine lege” rapportato alle procedure disciplinari. Ciò significa che il codice (o le norme del CCNL che regolamentano la materia) debbono essere affisse nel momento

Un dipendente e’stato assunto il 21/10/2013 con contratto a tempo det. Per 3 mesi ( contratto acausale ), il 21/01/2014 tale contratto viene prorogato fino al 20/04/2014. Puo’ essere ulteriormente prorogato secondo il jobs act ?

Purtroppo il Ministero del Lavoro non è intervenuto per chiarire la sua posizione in merito ai contratti in essere e presumibilmente non lo farà fino alla conversione in legge del

Ho ricevuto le dimissioni da un lavoratore che ha indicato nel modello telematico: “dimissioni per giusta causa”. Devo pagare il “ticket licenziamento”?

Qualora ritenga che non siano da considerare dimissioni per giusta causa ma semplici dimissioni volontarie del lavoratore e che, quindi, non siano scaturite da una “colpa” del datore di lavoro,

2 Commenti

  1. TERESA
    Ottobre 25, 17:32 Reply

    Buonasera, data la poca chiarezza della normativa a suo avviso è fattibile l’assunzione di un dirigente / categoria protetta a copertura del quorum obbligatorio di legge?
    Ci sono contrastanti orientamenti e non è prevista una normativa chiara.
    Grazir Teresa

    • Roberto
      Ottobre 25, 18:23 Reply

      Ritengo che sia possibile, in quanto trattasi di lavoratore subordinato a tutti gli effetti.

Lascia un commento