Alternanza scuola-lavoro: iscrizione obbligatoria al Registro nazionale

Alternanza scuola-lavoro: iscrizione obbligatoria al Registro nazionale

Entra nel vivo la collaborazione tra istituzioni scolastiche ed imprese per la realizzazione di percorsi formativi sul lavoro e legislazione sociale nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro prevista dalla recente riforma scolastica. L’obiettivo principale del progetto è quello di preparare gli allievi ad un ingresso consapevole nella realtà lavorativa che, al giorno d’oggi, sembra essere ancora troppo distaccata dal mondo scolastico. L’azienda svolgerà un ruolo fondamentale nell’aggiornare la scuola sui profili professionali e sulle competenze richieste nelle imprese.

Inoltre, in seguito ad un accordo tra MIUR, Unioncamere, Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero del lavoro e delle politiche sociali è diventata obbligatoria l’iscrizione, gratuita, al Registro nazionale per l’alternanza scuola lavoro. Il portale di riferimento è scuolalavoro.registroimprese.it; Per iscriversi basta selezionare il link Profilo inserendo tutte le informazioni richieste.

Nell’iscriversi al registro tenuto da Unioncamere l’azienda dovrà indicare una serie di requisiti che possano essere di aiuto per i rappresentanti scolastici a poter scegliere al meglio l’azienda da contattare per inviare i propri studenti:

  • il numero massimo di studenti che intende ospitare;
  • i periodi dell’anno scolastico in cui dovrà svolgersi l’attività di alternanza scuola-lavoro;
  • le collaborazioni che il soggetto che si iscrive ha con altri operatori (enti, associazioni, camere di commercio, scuole, enti di formazione, etc.) con cui sono stati attivati percorsi di alternanza scuola lavoro;
  • le capacità strutturali, ovvero gli spazi adeguati in suo possesso;
  • le capacità tecnologiche, ovvero le attrezzature in suo possesso.

L’alternanza scuola-lavoro offre agli studenti la possibilità di cercare un’esperienza lavorativa più adatta al loro profilo attraverso un percorso formativo, e alle imprese la possibilità di avere risorse competenti e professionali pronte ad essere inserite nel mercato del lavoro

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Call center: strumenti di sostegno al reddito per lavoratori del settore

La Direzione Generale degli ammortizzatori sociali e degli incentivi all’occupazione, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha emanato la circolare n. 42 del 30 dicembre 2016, con la quale

Comunicazione obbligatoria entro il 31 gennaio per le aziende che hanno utilizzato lavoratori in somministrazione

Entro il 31 gennaio 2015 le aziende che hanno utilizzato, nel corso del 2014, lavoratori in somministrazione, dovranno effettuare una comunicazione annuale obbligatoria alle rappresentanze sindacali aziendali. I dati obbligatoriamente richiesti, e che devono essere

Somministrazione : Bonus all’azienda solo se l’assunzione avviene sei mesi dopo il rapporto con l’agenzia [tabella agevolazioni]

L’esonero contributivo previsto dalla legge di stabilità 2015 spetta anche alle agenzie per il lavoro per i contratti di somministrazione, ma ci sono una serie di requisiti da rispettare. E,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento