Pensioni di reversibilità: chiarimenti dell'Inps

image_pdfimage_print

InpsL’Inps con un comunicato ha fatto chiarimento su alcune notizie di stampa diffuse in questi giorni riguardo i redditi da dichiarare per il calcolo delle pensioni di reversibilità, precisando che non è intervenuta alcuna modifica nel calcolo dell’importo della pensione (disciplinato dalla legge numero 335 dell’8 agosto 1995) e che, quindi, per determinarne l’importo si continua a tenere conto unicamente dei redditi assoggettabili all’Irpef.
Diversamente da quanto scritto nel testo, non sono considerati ai fini del calcolo sia gli interessi bancari, postali, dei Bot, dei Cct e dei titoli di Stato, proventi di quote di investimento, soggetti a ritenuta d’acconto alla fonte a titolo d’imposta o a imposta sostitutiva dell’Irpef, sia gli arretrati di lavoro dipendente prestato in Italia e all’estero.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

FLAI CGIL: AL VIA #CIMETTIAMOLETENDE

E’ partita questa mattina, da piazza della Repubblica, a Roma, la campagna della Flai Cgil #cimettiamoletende, che si articolerà con dieci tende che si muoveranno su tutto il territorio nazionale.

CALDERONE (CUP): LA COLLETTIVITÀ HA BISOGNO DI OPERATORI SPECIALIZZATI

“Oggi la collettività e i cittadini hanno bisogno di professionisti formati e sicuramente anche specializzati per affrontare quelle che sono le sfide del mondo del lavoro e in generale della

SU RIFORMA SANZIONI TRIBUTARIE APPREZZABILE SFORZO DI RISTRUTTURAZIONE

“Nel complesso, è stato realizzato un apprezzabile sforzo di ristrutturazione del sistema sanzionatorio amministrativo. Risultano condivisibili gli interventi che riequilibrano la sproporzione esistente tra la misura della pena afflittiva e

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento