Licenziamento disciplinare: arriva la sentenza della Cassazione

image_pdfimage_print

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 17245 del 22 agosto 2016, ha stabilito che è legittimo il licenziamento disciplinare intimato al dipendente pubblico nel caso in cui sia intercorso, tra la convocazione in sede di istruttoria e l’audizione, un termine inferiore a 20 giorni.

I giudici della Suprema Corte hanno affermato che la violazione di tale termine “determina la nullità del procedimento, solo ove il dipendente deduca e dimostri che il suo diritto di difesa è stato frustrato dalla contrazione del termine. […] Sia nel settore privato che nel settore pubblico, la sanzione della illegittimità del licenziamento in caso di violazione del termine posto per le difese del lavoratore viene sempre collegata alla deduzione di un pregiudizio subito nell’articolazione delle giustificazioni da fornire al datore di lavoro.”.

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 310 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Tribunale di Roma: irregolarità formale e DURC negativo

Con sentenza n. 1490/2019, il Tribunale di Roma ha affermato che l’INPS non può negare il rilascio del DURC sulla base del fatto che un datore di lavoro non ha

Licenziamento collettivo: precisare criteri adottati

La Fondazione Studi Consulenti del lavoro, in materia di reintegra a seguito di licenziamento collettivo, approfondisce la sentenza n. 19320 del 2016 emessa dalla Corte di Cassazione. Nell’ambito della procedura

Interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro [Min. Lavoro]

La Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza del Ministero del Lavoro pubblica le seguenti risposte ad interpello (segui link) : 21/03/2016 – n. 1 / 2016

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento