INPS: DATI OCCUPAZIONE

inpsNei primi sette mesi del 2016, nel settore privato, si registra un saldo, tra assunzioni e cessazioni, pari a +805.000 unità, inferiore a quello del corrispondente periodo del 2015 (+ 938.000) e superiore a quello registrato nei primi sette mesi del 2014 (+ 703.000). Lo rileva l’osservatorio sul precariato dell’Inps. Su base annua, si legge nel dossier, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi) a luglio 2016 risulta positivo e pari a + 488.000, compresi i rapporti stagionali. Per i contratti a tempo indeterminato, il saldo annualizzato a luglio 2016 è pari a + 541.000.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SICUREZZA LAVORO

È on line il primo portale sul cinema dedicato al tema della sicurezza sul lavoro, un progetto realizzato da Inail Lombardia, e dal Museo interattivo del Cinema. Il portale “Lo

INAIL: DA OGGI SERVIZI ACCESSIBILI ANCHE CON SPID

“L’Inail è una delle prime amministrazioni ad adottare Spid, l’innovativo sistema di autenticazione ideato dall’Agenzia per l’Italia digitale (Agid) che permette a cittadini e imprese di accedere con credenziali uniche

CGIL: IL NUOVO STATUTO DEI LAVORATORI SARÀ UNA CARTA DEI DIRITTI UNIVERSALI

Principi universali; norme di legge con cui dare efficacia generale alla contrattazione e codificare la democrazia e la rappresentanza per tutti i lavoratori; riscrittura dei contratti di lavoro. Sono questi

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento