Si deve avvertire l'azienda per chiedere all'Inps un congedo parentale ad ore?

Si deve avvertire l'azienda per chiedere all'Inps un congedo parentale ad ore?
image_pdfimage_print

La legge (articolo 32, comma 3, del decreto legislativo n. 151/2001) stabilisce che il lavoratore, ai fini dell’esercizio del diritto al congedo parentale ad ore, è tenuto, salvo casi di oggettiva impossibilità, a preavvisare il datore di lavoro con un termine di preavviso non inferiore a 2 giorni. Detto obbligo comunicativo è stato ulteriormente evidenziato dall’Inps nella circolare n. 152/2015.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 458 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Devo provvedere al licenziamento di alcuni lavoratori che passeranno ad un’altra azienda del gruppo. Devo pagare il cosidetto ticket ASpI ?

Se il passaggio dei lavoratori tra le 2 aziende del gruppo è “diretto ed immediato”, non è dovuto il ticket licenziamento. Proprio un recentissimo interpello del Ministero del Lavoro (interpello 12/2015)

Cosa si intende per pausa durante l’orario di lavoro?

L’art. 8 del D.L.vo n. 66/2003 e la circolare del Ministero del Lavoro n. 8/2005 spiegano chiaramente che allorquando l’orario giornaliero supera le 6 ore, il lavoratore ha diritto ad

È possibile far utilizzare utensili taglienti ad apprendisti minorenni?

L’allegato 1 alla Legge n. 977/1967 prevede, al punto 37, che sono vietati, da parte di minorenni, i lavori nelle macellerie che comportano l’uso di utensili taglienti, seghe e macchine

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento