LAVORO: ONLINE REGISTRO INCONTRO STUDENTI-IMPRESE

image_pdfimage_print

unioncamereMentre le scuole riaprono i battenti, prende il via il Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro, punto d’incontro (virtuale) tra i ragazzi che frequentano il triennio conclusivo di un istituto tecnico e di un liceo e le imprese italiane disponibili ad offrire loro un periodo di apprendimento on the job. Il portale www.scuolalavoro.registroimprese.it – la cui realizzazione è stata affidata al sistema delle Camere di commercio ed è gestito da InfoCamere – “è un tassello determinante – sottolinea Unioncamere in una nota – per la piena riuscita di uno degli aspetti più innovativi della riforma introdotta con ‘La buona scuola’: l’inserimento organico di percorsi obbligatori di alternanza nelle scuole superiori e il riconoscimento del valore dell’imparare lavorando”. La riforma scolastica, infatti, ha stabilito che ogni anno almeno 200 ore per i licei e 400 ore per gli istituti tecnici debbano essere svolte in un contesto lavorativo.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

COLAP: JOBS ACT LAVORO AUTONOMO VA MIGLIORATO

L’obiettivo del Jobs Act del lavoro autonomo deve essere “una iniezione di competitività per il lavoro autonomo che riesca a incentivare l’apertura di nuove partite Iva (incidendo sulla occupabilità) e

JOB%ORIENTA PER I GIOVANI

I giovani vanno aiutati moltiplicando le opportunità, magari sbagliando e riprovando. Da Job&Orienta a Veronafiere emerge che le competenze specifiche sono importanti ma c’è sempre più bisogno di quelle trasversali,

Pensioni: pagamento della rata di gennaio 2017

L’Inps informa che nel mese di gennaio 2017, i pagamenti dei trattamenti pensionistici, degli assegni, pensioni e indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, nonché delle rendite vitalizie dell’INAIL saranno

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento