ISTAT: DISOCCUPAZIONE IN CALO

image_pdfimage_print

ISTATProsegue a ritmi più sostenuti il calo, sia congiunturale sia tendenziale, degli inattivi (in termini assoluti e di incidenza), soprattutto per la componente degli scoraggiati. Il tasso di disoccupazione, dopo la stabilità congiunturale dei due trimestri precedenti, diminuisce in lieve misura (-0,1 punti) rispetto al trimestre precedente e di 0,6 punti rispetto allo stesso trimestre del 2015 con un calo tendenziale di 109 mila disoccupati. Lo rileva l’Istat.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

LAVORO: PROPOSTA CONFINDUSTRIA-SINDACATI

Confindustria, Cgil, Cisl e Uil hanno sottoscritto “un insieme coerente di proposte” sulla gestione degli esuberi e delle crisi industriali, prevedendo anche “alcuni correttivi alla disciplina degli ammortizzatori sociali”. E

UNIONCAMERE: OLTRE 500MILA ADEMPIMENTI DELLE IMPRESE ONLINE

Oltre mezzo milione di pratiche online fanno decollare lo Sportello unico per le attività produttive telematico (Suap) frutto della collaborazione tra Camere di commercio e Comuni. In poco più di

COSTO ESODATI, 11 MILIARDI

L’annosa vicenda degli esodati è nata con la riforma delle pensioni targata Elsa Fornero, ex ministro del Lavoro durante il governo guidato da Mario Monti. Tra il 2014 e i

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento