COLDIRETTI SU DANNI AGRICOLTURA TERREMOTO

image_pdfimage_print

coldirettiAmmontano a milioni di euro i danni per il settore agricolo provocati dal sisma di mercoledì notte in un’area in cui “è necessario far ripartire l’attività in un territorio a prevalente economia agricola con una significativa presenza di allevamenti di bovini e pecore”. Le scosse hanno lesionato o distrutto stalle, fienili e casolari, molti macchinari sono inutilizzabili, l’energia elettrica è in tilt, oltre ad animali morti sotto le macerie o dispersi, campi abbandonati, frane e smottamenti e strade rurali distrutte che impediscono la consegna di latte e prodotti deperibili. E lo scenario che emerge da un primo monitoraggio della Coldiretti che sottolinea come “senza agricoltura l’economia di questi territori muore”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

FIRMATO CONTRATTO CHIMICI

Dopo una lunga trattativa tra le associazioni imprenditoriali Federchimica e Farmindustria e i sindacati è stata siglata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto 2016-2018 del settore chimico-farmaceutico. Riguarda

Voucher: venduti 109,6 mln nei primi nove mesi del 2016

L’Inps ha comunicato che nei primi nove mesi del 2016 sono stati venduti 109,6 milioni di voucher destinati al pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio, del valore nominale di 10

UIL: IN 2015 AUTORIZZATE 677 MLN ORE CIG (-35,5%)

Nel 2015 sono state autorizzate oltre 677 milioni di ore di cassa integrazione, un valore che mostra un calo del 35,5% rispetto all’anno precedente, ma con dati sulla cig ordinaria

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento