ENAV: SINDACATI, ACCORDO MODELLO INDUSTRIALE


Dopo una lunga trattativa, sono state sottoscritte due importanti intese, in sede ministeriale, tra Assocontrol, Enav e le organizzazioni sindacali confederali, con il coinvolgimento del ministero dei Trasporti. Ne danno notizia le segreterie nazionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e Ugl Trasporto Aereo. “Oltre alla rilevante importanza dei temi trattati, come le problematiche previdenziali del personale di Enav e la recentissima privatizzazione della società, si è tracciato un solco netto tra il vecchio e obsoleto modello di relazioni industriali, caratterizzato da una mera e discontinua informazione, a un nuovo modello di partecipazione obbligatoria e preventiva con i rappresentanti dei lavoratori; questo modello relazionale risulta ad oggi essere ‘unico’ non solo nel settore dei trasporti.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CALABRIA: BANDO PER DISOCCUPATI

Ammonta a 1,5 milioni di euro la dotazione finanziaria complessiva del bando della Regione Calabria per assumere disoccupati. La Regione Calabria ha, infatti, pubblicato un bando per la concessione di

CNA, 3.160 DIPENDENTI IN PIU’

Le piccole imprese tornano ad assumere: lo fa un azienda su 7, per cui l’occupazione cresce, da gennaio a settembre, del 2,5%, con il 90% dei contratti stabili. Lo rileva

USA, CALO SUSSIDI DISOCCUPAZIONE

Calano più delle attese le richieste di disoccupazione negli Stati Uniti. Nella sconda settimana di settembre erano 264 mila, in diminuzione di 11 mila rispetto alla settimana precedente. Il calo delle

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento