Posso licenziare una dipendente, sorpresa a rubare dalla cassa del mio negozio, durante il primo anno di matrimonio?

Posso licenziare una dipendente, sorpresa a rubare dalla cassa del mio negozio, durante il primo anno di matrimonio?
image_pdfimage_print

L’articolo 35 del D.L.vo 198/2006 stabilisce che il licenziamento comminato alla dipendente nel periodo intercorrente dal giorno della richiesta delle pubblicazioni di matrimonio, ad un anno dopo la  celebrazione stessa, si presume sia stato disposto proprio per causa di matrimonio, pertanto sono nulli.

Il datore di lavoro ha, però, la facoltà (comma 5, articolo 35) di provare che il licenziamento della lavoratrice, è stato effettuato non a causa di matrimonio, ma per una delle seguenti ipotesi:

  • colpa grave da parte della lavoratrice, costituente giusta causa per la risoluzione del rapporto di lavoro;
  • cessazione dell’attività dell’azienda cui essa è addetta;
  •  ultimazione della prestazione per la quale la lavoratrice  è stata assunta o di risoluzione del rapporto di lavoro per la scadenza del termine.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 450 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho installato un software per monitorare le email che non riguardano l’attività lavorativa. Devo richiedere l’autorizzazione all’ispettorato del lavoro o, con le nuove regole, sono esentato?

A mio avviso, l’installazione del software per verificare la provenienza e l’invio di email che non riguardano l’attività lavorativa,  è subordinata ad accordo sindacale o all’autorizzazione della Direzione del Lavoro.

Oltre che personalmente, a chi posso rivolgermi per presentare le dimissioni on-line?

  Le dimissioni on-line posso essere presentate personalmente – previa registrazione sul sito cliclavoro.gov.it – ovvero rivolgendosi ad uno di questi soggetti abilitati: patronato, sindacato, Direzione territoriale del lavoro, consulente

In un contratto di somministrazione a termine, sono 5 le proroghe massimo previste?

No, questa regola va postulata dalla disposizione contrattuale prevista per le Agenzie per il Lavoro e non dalla normativa di riferimento dei contratti a termine (artt. 19 e ss DLvo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento