ISTAT: INDAGINE SU PIL E DISOCCUPAZIONE

image_pdfimage_print

ISTATSempre più italiani conoscono l’andamento del pil mentre hanno meno familiarità con l’inflazione e sono più impreparati sulla disoccupazione. E’, in sintesi, quanto emerge dai risultati presentati dall’Istat sulla conoscenza dei principali indicatori economici (pil, inflazione e disoccupazione), rilevata con un modulo ad hoc dell’indagine campionaria mensile sulla fiducia dei consumatori (mese di aprile 2016). Nel 2016, riferisce l’Istat, la quota di persone maggiorenni in grado di esprimere un valore quantitativo sull’andamento del Pil aumenta in modo consistente (71,8% contro il 63,7% del 2015), cresce soltanto dal 33,9% al 35,1% in merito all’inflazione e si riduce per il tasso di disoccupazione (dal 61,9% al 52,6%).

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Consulenti del lavoro: “Decreto dignità è un ritorno al passato. Si riduce la possibilità di assumere”

Al via la nona edizione del Festival del Lavoro , organizzato dal Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, che si svolge a Milano dal 28 al 30 giugno prossimo presso il Mi.Co.

GOOGLE FORMA IN ITALIA CON GARANZIA GIOVANI

“Formeremo 2 milioni di europei al digitale entro il 2017”. A dare l’annuncio oggi a Bruxelles è stato Matt Brittin, presidente Business e Operations di Google in Emea. In Italia,

OPERATIVITA’ JOB ACT

Gli operatori, le aziende e i consulenti debbono fare i conti con i primi adempimenti operativi del Job Act senza istruzioni operative. Lo denunciano i consulenti del lavoro, dopo che

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento