TOSCANA: PIÙ ARMI CONTRO IL CAPORALATO

image_pdfimage_print

CaporalatoLe aziende agricole che non rispettano le regole sulla sicurezza non potranno accedere o mantenere i finanziamenti europei. Questo uno dei punti chiave del protocollo d’intesa promosso dalla Regione Toscana per contrastare sfruttamento e illegalità in agricoltura attraverso interventi di tutela e promozione dei diritti dei lavoratori, che sarà firmato prossimamente con Inps, ministero del Lavoro, Inail, Cgil, Cisl, Uil, Coldiretti, Confederazione italiana agricoltori, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative toscane. Oltre a questo, sono previsti raccolta di dati, potenziamento e integrazione negli interventi di ispezione, prevenzione e controllo, elenchi ufficiali di fornitori e prestatori di opera, promozione e valorizzazione delle aziende virtuose.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

FOGGIA: ACCORDO ANTI-CAPORALATO

Sottoscritto, presso la Prefettura di Foggia, un accordo per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro nel settore agricolo e prevenire così forme illegali di intermediazione di manodopera come

POLETTI: SGRAVI NEO ASSUNTI ANCHE IN FUTURO

“Abbiamo fatto la decontribuzione l’anno passato, la facciamo quest’anno e la faremo in futuro”. Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti conferma a Radio 24 la volontà del Governo di proseguire

CGIL CISL UIL: MOBILITAZIONE VIGILI DEL FUOCO

Continua lo stato di agitazione delle lavoratrici e dei lavoratori del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco. Fp Cgil Vvf, Fns Cisl e Uil Pa Vvf hanno promosso una giornata

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento