CAPORALATO: SENATO APPROVA LEGGE PER CONTRASTO

image_pdfimage_print

CaporalatoCon 190 voti a favore, 32 contrari e nessun astenuto il Senato ha approvato il disegno di legge per il contrasto al caporalato. Il testo passa ora all’esame della Camera. Il provvedimento riscrive il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, prevedendo la responsabilità diretta del datore di lavoro, la semplificazione degli indici di sfruttamento e la possibilità di commissariamento dell’azienda. Vengono inoltre inseriti disposizioni sulla Rete del lavoro agricolo di qualità e un piano di interventi a supporto dei lavoratori che svolgono attività stagionale di raccolta dei prodotti agricoli. Prevista la pena della reclusione da uno a sei anni per l’intermediario e per il datore di lavoro che sfrutti i lavoratori, approfittando del loro stato di bisogno.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

TORNA 'THIS IS FOOD'

Torna a raccontare la nuova food culture metropolitana, ospitando le realtà più originali e interessanti della scena gastronomica della Capitale. E’ This is food, in programma domani e domenica, a

ISTAT: DISOCCUPAZIONE IN CALO

Prosegue a ritmi più sostenuti il calo, sia congiunturale sia tendenziale, degli inattivi (in termini assoluti e di incidenza), soprattutto per la componente degli scoraggiati. Il tasso di disoccupazione, dopo

LAVORO NEL DIGITALE

In Europa sono stati creati due posti di lavoro e mezzo, grazie alle nuove competenze digitali, ogni due persi perchè obsoleti rispetto ai moderni processi di produzione e sviluppo. L’Italian

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento