CAPORALATO: SENATO APPROVA LEGGE PER CONTRASTO

image_pdfimage_print

CaporalatoCon 190 voti a favore, 32 contrari e nessun astenuto il Senato ha approvato il disegno di legge per il contrasto al caporalato. Il testo passa ora all’esame della Camera. Il provvedimento riscrive il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, prevedendo la responsabilità diretta del datore di lavoro, la semplificazione degli indici di sfruttamento e la possibilità di commissariamento dell’azienda. Vengono inoltre inseriti disposizioni sulla Rete del lavoro agricolo di qualità e un piano di interventi a supporto dei lavoratori che svolgono attività stagionale di raccolta dei prodotti agricoli. Prevista la pena della reclusione da uno a sei anni per l’intermediario e per il datore di lavoro che sfrutti i lavoratori, approfittando del loro stato di bisogno.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

DECONTRIBUZIONE AL SUD

Il Masterplan sul Sud potrebbe contenere una forma di decontribuzione per le aziende del Mezzogiorno fino al 2020. La proposta lanciata da Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera,

ENAV: DATI CONTROLLORI VOLO

I controllori del traffico aereo, in Italia, sono 1.900, di cui il 13% donne. L’Enav è l’unica società in Italia autorizzata a selezionare, formare e aggiornare i diversi profili professionali

Lavoro: novembre da record, 65 mila occupati in più

Dati che fanno ben sperare sul fronte degli occupati nel mese di novembre. Il mercato del lavoro fa un salto in Avanti consistente registrando 65 mila occupati in più, infatti,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento