Le visite personali di controllo sui lavoratori ex art. 6 della legge n. 300/1970 sono ammissibili?

La risposta è no, salvo casi indispensabili per la tutela del patrimonio aziendale, ossia all’uscita del luogo di lavoro con l’aiuto di sistemi di selezione automatica causale e salvaguardando la dignità e la riservatezza del lavoratore. Le modalità vanno concordate con la RSA o, in difetto, su richiesta datoriale, vanno disciplinate dalla Direzione territoriale del Lavoro.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 510 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

È concesso l’uso delle nostre attrezzature/macchine da parte degli appaltatori?

È concesso l’uso delle nostre attrezzature/macchine da parte degli appaltatori? Esempio, se parliamo di un nostro macchinario speciale senza il quale il lavoro non potrebbe essere svolto, lo possiamo dare

Qual è la sanzione prevista nel caso in cui l’azienda non effettui la sorveglianza sanitaria per lavoro notturno?

L’azienda ha l’obbligo, in caso di lavoratori notturni, di effettuare la sorveglianza sanitaria sullo stato di salute, che prevede visite di controllo preventive e periodiche (almeno ogni 2 anni –

Le imprese sottoposte a procedura concorsuale con prosecuzione dell’esercizio…?

Le imprese sottoposte a procedura concorsuale con prosecuzione dell’esercizio di impresa, in costanza di fruizione del trattamento di cassa integrazione guadagni straordinaria in forza delle causali previste dalla previgente disciplina

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento