Cosa significa obbligo di diligenza ?

image_pdfimage_print

L’art. 2094 c.c. afferma che il lavoratore deve usare la diligenza richiesta dalla natura della prestazione e dall’interesse dell’impresa. La valutazione della diligenza (Cass., n. 13530/2008) deve tenere conto della natura e degli aspetti della prestazione nonché della qualifica professionale del dipendente e della natura delle specifiche incombenze.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 479 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Devo definire una risoluzione consensuale presso l’ispettorato del lavoro. Mi conferma che al lavoratore spetta la Naspi?

L’unico modo perché il lavoratore riceva la NASpI in caso di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro è qualora ciò avvenga ai sensi del comma 40, articolo 1, della Legge

Ho letto quanto previsto per la nuova decontribuzione stabile per le assunzioni dei giovani. Si applica per le assunzioni di apprendisti?

Lo sgravio triennale, previsto per gli under 35enni, non si applica alle assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori attraverso l’apprendistato professionalizzante. Per i soggetti che si vengono a qualificare da

Sono un dirigente di una azienda privata. Vorrei prendere una badante per i miei genitori con il lavoro accessorio. Ho il limite dei 2.000 euro annui?

No, in qualità di soggetto privato (famiglia), il suo limite di compenso, che può dare alla lavoratrice badante, è pari a 7.000 euro netti nel corso dell’anno civile che va

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento