Le chiedo se sia a conoscenza della possibilità o meno di usufruire del permesso per la Legge 104 “a ore”.

Le chiedo se sia a conoscenza della possibilità o meno di usufruire del permesso per la Legge 104  “a ore”.

E’ possibile usufruire del permesso Legge 104 /1992 anche ad ore. Questa possibilità è stata concessa dall’Inps con il messaggio n. 16866/2007.

In particolare, a solo titolo esemplificativo, un lavoratore con orario di lavoro settimanale pari a 40 ore, articolato su 5 giorni, potrà beneficiare mensilmente di 24 ore di permesso. Infatti, in tale caso l’algoritmo di calcolo sarà il seguente: (40/5) x 3 = 24 h.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 554 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Posso usufruire dell’ incentivo di 2 anni in caso di assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore che lavora già a part-time?

A mio avviso no, in quanto per usufruire dell’ incentivo (esonero contributivo) previsto dalla Legge di Stabilità 2016 (Legge n. 208/2015) il lavoratore non deve avere un contratto di lavoro

Con l’abrogazione del decreto legislativo 368/2001 sui contratti a termine e l’introduzione del decreto legislativo 81/2015, è sparito l’articolo 2 sui contratti a termine nel settore del trasporto aereo ed i servizi aeroportuali ?

L’articolo 2 del decreto legislativo  368/2001 rimarrà in vigore sino al 31 dicembre 2016. Ciò è previsto dall’art. 55, comma 2, del nuovo decreto legislativo n. 81/2015.

Sono proprietario di una catena di negozi e vorrei utilizzare il lavoro a chiamata per le commesse. Devo assumere, per stipulare questo contratto, visto che non ho un Ccnl che prevede il contratto intermittente ?

No. Il Regio Decreto n. 2657 del 1923, al punto 14, considera il lavoro di commesse, quale attività discontinua. In considerazione di ciò e di quanto previsto dalla circolare del Ministero

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento