POLETTI SU IMPEGNO GOVERNO CONTRO POVERTÀ

PolettiDal 2 settembre prossimo i termini per la presentazione della domanda di accesso al Sia, il sostegno all’inclusione attiva, che a determinate condizioni e in presenza di un impegno a seguire progetti sociali e lavorativi personalizzati, eroga un ‘assegno’ medio di 320 euro al mese, tetto massimo 400 euro, a nucleo familiare per un anno. Un tassello, questo, “una misura ponte” anti-povertà, come spiegato dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, nel corso di una conferenza stampa, che permette di avviare da subito un intervento nazionale in attesa che si completi l’iter parlamentare e attuativo della legge delega di contrasto alla povertà, licenziata dalla Camera, con cui il governo disegna “una lotta permanente e strutturale”. La Sia parte quest’anno con un budget di 750 milioni di euro ma l’obiettivo, spiega ancora Poletti, è ambizioso: raddoppiare la cifra nel 2017 e portare dal 40% del 2016 al 100% la tutela dei minori in condizione di povertà assoluta.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SANPELLEGRINO: INNOVATION CAMPUS

Un’esperienza formativa unica pensata per permettere a giovani di talento di esprimere la loro creatività nello sviluppo di idee innovative, in diverse aree tematiche e applicate a storici marchi del

PROF: PROTESTE CONTRO MOBILITÀ

Continuano le proteste dei prof contro i trasferimenti di sede previsti dal piano di mobilità straordinario. E per ribadirlo stamattina sono scesi in piazza, tra gli altri, docenti di Potenza e

PD: PROPOSTA NASPI PER LAVORATORI STAGIONALI

“Con questa proposta di legge vogliamo allungare la copertura garantita dalla Naspi per i lavoratori stagionali, incrementando la prestazione fino a un massimo del 40%, e legandola alla ‘ricorrenzialità’ dell’attività

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento