BANKITALIA: SU PIL 2016 E BREXIT

image_pdfimage_print

bankitaliaLa Brexit può avere “un effetto non trascurabile ma limitato sul pil” italiano e le conseguenze “sono ancora ipotetiche”. E’ quanto afferma la Banca d’Italia nel bollettino economico secondo cui se nei prossimi mesi ci sarà una caduta delle attività in Gb e una trasmissione al nostro paese attraverso l’interscambio, la crescita del nostro Pil “potrebbe collocarsi poco sotto l’1 per cento quest’anno e attorno all’1 il prossimo”. Questo anche considerando le informazioni sul secondo trimestre che parlano di un aumento inferiore a quello dei tre mesi precedenti.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Pensioni: le novità nel 2018 tra Ape, esenzione lavori gravosi e sconto per le donne

Le novità nell’ambito pensionistico dovute alla Legge di Bilancio approvata in via definitiva poco prima di Natale, saranno effettive in questo 2018. L’esenzione di 15 categorie definite “gravose”, lo sconto

CALA SPESA PER AMMORTIZZATORI

Nel 2014 l’ammontare della spesa per gli ammortizzatori sociali è stato di 22,6 miliardi, dei quali 14,4 per prestazioni e circa 8,2 di contributi figurativi, con una contrazione rispetto al

LAVORO, DATI UNIFICATI

L’Istat ha avviato una riflessione congiunta con il ministero del Lavoro, l’Inps e l’Inail per avviare finalmente nel nostro Paese un sistema unificato di informazioni sul mercato del lavoro. Lo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento