BOERI SU PENSIONI

Boeri“Sarebbe paradossale che il confronto in atto fra Governo e sindacati sulla flessibilità in uscita si concludesse ancora una volta con interventi estemporanei e parziali”. E’ il presidente Inps, Tito Boeri, a concludere così una lunga riflessione sulle cause e conseguenze di tutti gli interventi di riforma delle pensioni dal ’96 in poi e della riforma Fornero che con il suo brusco innalzamento dell’età di pensionamento ha creato “problemi sociali rilevanti” e a ribadire come “perpetrare il ritardo nel trovare soluzioni sostenibili rischi di alimentare ancora il ricorso a soluzioni inique e onerose, ovvero a soluzioni estemporanee e scarsamente efficaci”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ITALIA: 19MILA IMPRESE DI SOUVENIR

Roma vende articoli religiosi, Napoli bomboniere, Milano oggetti d’arte. Venezia è leader dell’artigianato. Sono quasi 19 mila le imprese in Italia che si occupano di souvenir, circa 2 mila solo

CISL SU DIVARIO NORD SUD

Per l’economia e l’industria italiana non bastano più bonus e incentivi ma intervenire con urgenza per ridurre strutturalmente la tassazione sul lavoro e sulle retribuzioni e ridurre il divario economico

EXTRACOMUNITARI NON SOTTRAGGONO LAVORO

Nell’anno in corso il tasso di nuovi occupati è significativamente più alto tra i cittadini italiani rispetto agli extracomunitari arrivati in Italia. “Quest’idea secondo cui ci portano via il lavoro

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento