ISTAT: DATI RETRIBUZIONI

image_pdfimage_print

ISTATAlla fine di maggio 2016 i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica riguardano il 36,0% degli occupati dipendenti e corrispondono al 34,8% del monte retributivo osservato. Lo rileva l’Istat. Nel mese scorso, prosegue l’Istituto, l’indice delle retribuzioni contrattuali orarie rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta dello 0,6% nei confronti di maggio 2015. Complessivamente, nei primi cinque mesi del 2016 la retribuzione oraria media è cresciuta dello 0,7% rispetto al corrispondente periodo del 2015.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

PARITA’ SALARIO UOMO DONNA

Una nuova normativa per assicurare la parità retributiva tra uomini e donne, corredata da sanzioni per le imprese che non rispettano le regole. Lo chiede il Parlamento europeo di Strasburgo

Confindustria-Sindacati: patto per nuovo modello contrattuale

Raggiunto un accordo sul nuovo modello contrattuale e di relazioni industriali tra il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria

MIUR: SCUOLA TUTTO OK, AL VIA IL 15/9

Il 15 settembre suonerà regolarmente la campanella d’inizio delle scuole. Lo assicura il sottosegretario all’Istruzione, Gabriele Toccafondi, dopo le polemiche sollevate da un’inchiesta secondo la quale, nonostante il cosiddetto ‘concorsone’,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento