LODETTI (INAS) SU BREXIT

image_pdfimage_print

inas-cislCon l’eventuale uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea “non ci saranno problemi per le pensioni degli italiani che lavorano in quel Paese, perché il criterio della totalizzazione dei contributi è ormai consolidato a livello internazionale”. Lo spiega a Labitalia Gianluca Lodetti, responsabile del dipartimento Esteri del patronato Inas Cisl, che assiste i lavoratori italiani anche all’estero su questioni legate a previdenza e welfare. “Quel che invece è legittimo aspettarsi, anche indipendentemente dai risultati del referendum sulla Brexit, è una stretta su aspetti di welfare come gli assegni familiari o l’indennità di disoccupazione”, aggiunge Lodetti.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ASSILEA: DATI FINANZIAMENTI IN LEASING A IMPRESE

Nel primo quadrimestre 2016 sono stati erogati ben 5,7 miliardi di euro di finanziamenti in leasing a imprese e partite Iva e si registra un ulteriore consolidamento del mercato, che

ASSOFIN: 10 BORSE DI STUDIO PER NEOLAUREATI

L’Associazione Italiana del Credito al Consumo ed Immobiliare, ASSOFIN, in collaborazione con le ASSOCIATE  mette a disposizione 10 borse di studio rivolte a neolaureati, per l’attivazione di tirocini teorico-pratici che consentano

STRESS SUL LAVORO

i casi di stress da lavoro sono 2.180 ogni 100.000 donne con impiego. Si tratta del maggior problema col quale è costretta a cimentarsi la generazione delle signore tuttofare, un

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento