POLETTI SU GARANZIA GIOVANI

image_pdfimage_print

Poletti“Abbiamo costruito la ‘macchina’, che è partita, e ce la teniamo stretta. Garanzia Giovani ha avuto quasi un milione di iscritti e va rifinanziata, lo abbiamo già chiesto all’Unione europea, visto che le risorse stanno per finire”. E’ soddisfatto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, al termine della presentazione del ‘Rapporto sulla Garanzia Giovani in Italia’ dell’Isfol, un’ampia analisi dei primi due anni del programma, presentato oggi al ministero. “Garanzia giovani -ha continuato Poletti- è l’infrastruttura che ci serve per il futuro, è un ‘contenitore’ di opportunità che andrà sempre meglio. Noi abbiamo 200mila giovani che sono andati a lavorare, di questi 70mila lo hanno fatto direttamente a seguito delle scelte che hanno fatto con Garanzia Giovani”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Tasso di interesse legale: circolare dell’Inail

Con la circolare n. 1 del 13 gennaio 2017, in considerazione del decreto 7 dicembre 2016 del Ministero dell’Economia, l’Inail informa che il saggio degli interessi legali è stato fissato allo 0,1% in

LAVORATORI AZIENDE CONFISCATE

Anche oggi un centinaio di dipendenti di due società sequestrate che operano al porto di Palermo ha protestato davanti alla sezione Misure di prevenzione del Tribunale. Le aziende furono commissariate

CONFIMPRENDITORI SU PIL PRO CAPITE

L’Italia ha un Pil pro capite inferiore sia a quello dell’area euro che a quello delle media dei paesi dell’Unione europea. Con 25.500 euro a cittadino residente, infatti, il nostro

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento