ANCI E UPI SU CENTRI IMPIEGO

image_pdfimage_print

centroimpiego“Apertura di un immediato confronto sulla grave situazione dei centri per l’impiego, che veda tutti gli attori istituzionali coinvolti: governo, Regioni, Città metropolitane e nuovi Enti di area vasta, affinché venga assicurata a questi ultimi la copertura integrale delle spese di personale e di funzionamento, sia da parte delle Regioni che del governo”. Lo chiedono i presidenti di Anci e Upi, Piero Fassino e Achille Variati, in una lettera inviata, tra gli altri, ai ministri Giuliano Poletti (Lavoro) ed Enrico Costa (Affari regionali), nonché ai sottosegretari Claudio De Vincenti (Presidenza del Consiglio), Gianclaudio Bressa (Affari regionali), Pier Paolo Baretta (Economia), Angelo Rughetti (Semplificazione e PA).

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SINDACATI, VIA LIBERA A PIATTAFORME PER TESSILE E CALZATURIERO

L’assemblea nazionale unitaria dei delegati Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riunitasi ieri a Bologna, ha approvato all’unanimità due ipotesi di piattaforme per i rinnovi dei contratti nazionali 2016-2019: quella del settore tessile-abbigliamento-moda

A SETTEMBRE 35 MILA DISOCCUPATI IN MENO

Il calo della disoccupazione nell’ultimo mese è determinato prevalentemente dalle donne, secondo l’Istat. In un mese ci sono 32 mila disoccupate in meno a fronte di soli 3 mila uomini

CRISI, PIU’ ADDETTI NELLE PMI

Le piccole e medie imprese italiane hanno visto aumentare la quota della forza lavoro negli anni della crisi, dal 72,4% del totale degli occupati del 2008 al 77,5% del 2013.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento