GIORNATA MONDIALE CONTRO SFRUTTAMENTO DEL LAVORO MINORILE

IloDomenica 12 giugno si celebra la Giornata mondiale contro il lavoro minorile. L’iniziativa è stata lanciata nel 2002 dall’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo), al fine di tenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica e dei governi sulla necessità di eliminare qualsiasi forma di sfruttamento economico nei confronti dei bambini. Secondo gli ultimi dati dell’Ilo, sono 168 milioni i bambini coinvolti nel lavoro minorile contro i 246 milioni del 2000. Ottantacinque milioni di questi (erano 171 milioni nel 2000) sono impegnati in lavori pericolosi, ovvero quelli dove i bimbi rischiano la vita o causano malattie e disabilità permanenti.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ROSSI SU DISOCCUPATI DI LUNGO PERIODO

“Oggi sono 12 milioni i cittadini europei disoccupati e sicuramente lo metà lo sono da più di un anno. Quindi la disoccupazione di lunga durata non può essere solo un

INTESA FIESA ASSOPANIFICATORI E MIUR PER ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Fiesa Assopanificatori Confesercenti e il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca hanno firmato stamane, presso la sede del ministero di viale Trastevere, il protocollo d’intesa per favorire l’alternanza scuola-lavoro (ai

“Furbetti del cartellino”, al via procedura licenziamento rapido

Si prospettano tempi durissimi per i cosiddetti “Furbetti del cartellino”, infatti, i dipendenti pubblici che strisciano o fanno strisciare i propri badge e poi si dileguano dal posto di lavoro

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento