ISTAT, MAGGIO ANCORA IN DEFLAZIONE

image_pdfimage_print

ISTATA maggio i prezzi tornano a salire con un +0,3% su aprile riducendo la flessione su base annua a 0,3% (era 0,5% ad aprile). Lo rileva l’Istat sulla base dei dati provvisori. La persistenza delle dinamiche deflazionistiche è in gran parte riconducibile ai forti cali di beni energetici (-8,2% su maggio 2015) al netto dei quali l’inflazione è a +0,5% (+0,4% ad aprile). L’inflazione acquisita per il 2016 è pari a -0,3% (-0,4% ad aprile). L’incremento su base mensile è dovuto soprattutto all’aumento di tabacchi (+2,4%) e alimentari non lavorati.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

UNIONCAMERE: OLTRE 500MILA ADEMPIMENTI DELLE IMPRESE ONLINE

Oltre mezzo milione di pratiche online fanno decollare lo Sportello unico per le attività produttive telematico (Suap) frutto della collaborazione tra Camere di commercio e Comuni. In poco più di

CAMPANIA: UNIONCAMERE SU RIPRESA

“La ripresa in Campania c’è ma è meno dinamica rispetto alle altre regioni italiane”. Lo ha detto Andrea Prete, presidente di Unioncamere Campania, intervenendo ai lavori della XIV Giornata dell’Economia

EXPO, LIQUIDATA CON PATRIMONIO 23 MLN

Expo Milano 2015 da quando è nata, nel 2009, a quando ha chiuso i battenti, nel 2015, è costata esattamente 2.254,7 milioni di euro, e quando è stata messa in

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento