INPS: DATI CONTRATTI STABILI

image_pdfimage_print

inpsNei primi tre mesi del 2016 sono stati stipulati 428.584 contratti a tempo indeterminato (comprese le trasformazioni) mentre le cessazioni, sempre di contratti a tempo indeterminato sono state 377.497 con un saldo positivo di 51.087 unita’. Il dato – rileva l’Inps – e’ peggiore del 77% rispetto al saldo positivo di 224.929 contratti stabili dei primi tre mesi 2015 e risente della riduzione degli incentivi sui contratti stabili. Il dato e’ peggiore anche del 2014 (+87.034 posti stabili nei primi tre mesi).

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ASSOLOMBARDA, AUMENTANO I CONTRATTI

Crescono il numero di contratti a tempo indeterminato e le stabilizzazioni dei contratti a termine. È lo scenario disegnato da Assolombarda, che fornisce alcune cifre significative: nel secondo trimestre 2015,

ITALIA LAVORO, 5.000 ADESIONI A 'BOTTEGHE DI MESTIERE'

“Grande successo, oltre ogni previsione, del bando ‘Botteghe’ di Italia Lavoro. L’adesione delle oltre 5.000 imprese al bando di Italia Lavoro dimostra la validità di questa azione di politica del

OCSE: RIFORME TRAINANO OCCUPAZIONE

Il mercato del lavoro nel nostro Paese migliora perchè sono state fatte riforme importanti, che stanno trainando l’economia. Lo spiega la capo economista dell’Ocse, Catherine Mann, secondo la quale “uno dei

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento