ASSOMUSICA: CONVEGNO A ROMA

image_pdfimage_print

AssomusicaLa musica dal vivo: possibili scenari’. E’ questo il tema dell’incontro promosso da Assomusica, Associazione italiana organizzatori e produttori spettacoli di musica dal vivo, che si terrà domani, giovedì 19 maggio, nel corso del quale saranno analizzati e confrontati gli attuali scenari del comparto della musica live in Italia e nei principali Paesi europei, in occasione dell’assemblea annuale dell’associazione, che compie quest’anno 20 anni. L’incontro si terrà dalle ore 14,30, nella sede Agis di via di Villa Patrizi 10 a Roma. Dopo i saluti di Carlo Fontana (presidente Agis), saranno illustrati i risultati della prima ricerca organica sul comparto della musica dal vivo, realizzata in collaborazione con il Cerved. Interverranno Nicla Ferrante, coordinatrice progetti di consulenza di marketing turistico e della cultura e Luisa Sovieni dell’area Marketing Solutions-Cerved Group spa.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

BOOM INTERINALI

Ormai, dopo il varo del Job Act, sono soprattutto le assunzioni stabili, in aumento del 43,9% su base annua, a prevalere, secondo l’osservatorio Excelsior. A trainare sono in particolare quelle

FMI: RIVEDE RIALZO PIL ITALIA A 1,1%

Il Fondo Monetario Internazionale rivede leggermente al rialzo le previsioni di crescita per l’Italia. Quest’anno il Pil salirà dell’1,1% (dal precedente 1%) e nel 2017 e 2018 dell’1,25% (dall’1,1% precedentemente

LAVORO 2016: +1%

Dopo cinque anni consecutivi di dati negativi, si registra un risultato netto sull’occupazione prevista in Italia per il primo trimestre 2016 pari a  più 1%. E’ il segno che la

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento