IN VIGORE DL TASSAZIONE AGEVOLATA

fiscoVia alla tassazione agevolata per i premi di risultato e gli utili di impresa. Con il decreto legge, pubblicato in Gazzetta ufficiale, si prevede infatti un’imposta sostitutiva del 10% per i premi di risultato e per le somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili dell’impresa, entro il limite di 2.000 euro lordi in favore di lavoratori con redditi da lavoro dipendente fino a 50mila euro. Un limite, il primo, che sale a 2.500 euro lordi per le aziende che “coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro anche attraverso un piano che stabilisca la costituzione di gruppi di lavoro nei quali operano responsabili aziendali e lavoratori finalizzati al miglioramento o all’innovazione di aree produttive o sistemi di produzione e che prevedano strutture permanenti di consultazione e monitoraggio degli obiettivi. Restano invece fuori dall’applicazione del beneficio i gruppi di lavoro di semplice consultazione, addestramento o formazione.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Regione Campania: arriva Garanzia Over per il reinserimento lavorativo

Dalla Regione Campania arrivano nuove opportunità per coloro che faticano a reinserirsi nel mercato del lavoro. Nasce, infatti, Garanzia Over una nuova misura che si affianca al programma Ricollocami al

Offerta di lavoro – Ancona | GEOMETRA DI CANTIERE [ SERAN011]

Generazione Vincente S.p.A. | agenzia per il lavoro PER IMPORTANTE AZIENDA OPERANTE NEL SETTORE DEI TRASPORTI SELEZIONIAMO : GEOMETRA DI CANTIERE [ SERAN011] addetto/a alle attività di gestione del patrimonio

Pensioni: Ocse, Italia al top per contributi

L’Italia è uno dei Paesi dell’area OCSE dove la contribuzione previdenziale obbligatoria per i lavoratori dipendenti è tra le più alte. Lo rende noto l’Organizzazione per la Cooperazione e lo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento