ISFOL SUI SERVIZI ALL'IMPIEGO

image_pdfimage_print

isfolDei circa 9,7 milioni di cittadini utenti registrati dei 532 Centri per l’impiego (Cpi) italiani, oltre la metà è nel Mezzogiorno (anche se la popolazione residente è pari al 34,3% dell’Italia). E negli ex uffici di collocamento del Sud c’è anche la percentuale più alta di utenza di disoccupati di lunga durata: quasi l’80%. Sul fronte dei servizi per il lavoro, insomma è ancora un’Italia a due velocità, dove Sud e Isole si caratterizzano anche per un più basso livello medio di istruzione degli operatori attivi nei centri pubblici: i laureati sono il 18,2%, rispetto a una media nazionale del 27,1%; il personale con al massimo la licenza media è il 18,7%, rispetto a una media del 15,6%. E’ quanto emerge dal Rapporto annuale di monitoraggio sui Servizi per il lavoro 2015, realizzato dall’Isfol per conto del Ministero del Lavoro e diffuso sul portale www.isfol.it.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Web Marketing e Social Media Marketing: iniziano i corsi di perfezionamento universitario

La proposta formativa dell’università Suor Orsola Benincasa in collaborazione con Gevi Academy e Giunti Scuola. Parte dall’Università Suor Orsola Benincasa, in collaborazione con Generazione Vincente Academy, agenzia per il lavoro

EATALY ASSUME

Eataly, catena specializzata nella somministrazione di generi alimentari italiani di alta qualità, attualmente seleziona: Cuoco, Addetto vendita Enoteca, Addetto vendita Salumi e Formaggi e Macellaio Per informazioni e per le

Manovra: il decreto fiscale è legge

È legge il decreto fiscale, dopo il via libera dell’Aula del Senato alla fiducia chiesta dal governo sul decreto collegato alla manovra. Il sì di Palazzo Madama arriva con 162

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento