ENI: SAFETY DAY

image_pdfimage_print

Eni_ML_PMSUna riduzione degli infortuni nel Gruppo Eni del 40% nel 2015 rispetto al 2014. E’ uno dei dati che sono emersi oggi nel corso del V ‘Safety Day’ di Eni alla presenza del presidente, Emma Marcegaglia, e dell’amministratore delegato, Claudio Descalzi, e nel corso del quale, appunto, sono stati presentati i positivi risultati raggiunti da Eni nella sicurezza. “Anche per il 2015 -spiega una nota- impegno, professionalità e cultura della sicurezza hanno consentito a Eni di confermare le performance migliori in ambito Hse fra tutte le società del comparto Oil&Gas, attestandosi su un indice di frequenza degli infortuni per milione di ore lavorate pari allo 0,2, con una riduzione del 40% rispetto al 2014 e in un ulteriore miglioramento del 10% nel primo trimestre 2016”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CGIL CISL UIL: MOBILITAZIONE VIGILI DEL FUOCO

Continua lo stato di agitazione delle lavoratrici e dei lavoratori del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco. Fp Cgil Vvf, Fns Cisl e Uil Pa Vvf hanno promosso una giornata

INPS: DATI CONTRATTI STABILI

Nei primi sette mesi del 2016 sono stati stipulati 972.946 contratti a tempo indeterminato (comprese se le trasformazioni di contratti a termine e di apprendistato) a fronte di 896.622 cessazioni

Tasso di interesse legale: circolare dell’Inail

Con la circolare n. 1 del 13 gennaio 2017, in considerazione del decreto 7 dicembre 2016 del Ministero dell’Economia, l’Inail informa che il saggio degli interessi legali è stato fissato allo 0,1% in

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento