SCUOLA: SINDACATI, IL 20 GRIDO ALLARME

image_pdfimage_print

CCNLLa questione centrale è il rinnovo del contratto, ma sul tappeto ci sono anche la stabilità del personale scolastico, le modalità della valutazione dei docenti, le modifiche alla legge 107, la libertà d’insegnamento, il ripristino di corrette relazioni sindacali, la semplificazione amministrativa. I sindacati Flc-Cgil, Cisl scuola, Uil scuola e Snals-Confsal hanno illustrato oggi, in una conferenza stampa, le ragioni dello sciopero, che coinvolge tutto il personale scolastico, indetto per il 20 maggio. Una protesta – hanno spiegato – che “vuole alzare un grido d’allarme per un’istituzione importante quale è la scuola”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CONFIMPRENDITORI, PRESTITI ALLE IMPRESE IN CALO DELL’1,4%

Continuano ad essere difficili le condizioni dell’accesso al credito delle imprese in Italia. E purtroppo il nostro paese sembra essere in controtendenza rispetto al resto dell’area euro. La fotografia emerge

Produzione industriale: +1,3% anno rispetto al 2015

A ottobre 2016 la produzione industriale resta invariata rispetto a settembre e cresce dell’1,3% rispetto al 2015 nei dati corretti per gli effetti di calendario. Lo rileva l’Istat che segnala,

L'INDAGINE, 40 MLD E 600 MLN ECONOMIA SOMMERSA

Il lavoro nero che ha prodotto una economia sommersa (retribuzioni che producono ricchezza ma che sfuggono completamente allo Stato) di 40 miliardi e 600 milioni di euro e un’evasione complessiva

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento