ACCORDO AZIONE COMUNE PER DEMOCRAZIA PARITARIA, BENE DELEGA A MINISTRO BOSCHI

image_pdfimage_print

Maria Elena Boschi“Apprendiamo con soddisfazione che finalmente il presidente del Consiglio ha conferito la delega alle Pari Opportunità. Dispiace, però, che questo avvenga solo ora, in concomitanza con la terza sostituzione di una ministra donna con un uomo”. Così ‘L’accordo di Azione Comune per la Democrazia Paritaria’ che raccoglie oltre 50 associazioni, gruppi e reti femminili, commenta la delega assegnata al ministro Boschi. “Al di là dei numeri -spiega- ci auguriamo che il conferimento della delega alla pari opportunità sia il segnale che le questioni di genere, trascurate nei primi due anni, saranno affrontate finalmente dal Governo come meritano e con una impostazione trasversale a tutte le iniziative governative, non solo nell’interesse della condizione delle donne ma per l’economia del Paese tutto”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SALE A 23.000 EURO SOGLIA ISEE 'BORSE'

Le soglie Isee e Ispe per l’accesso alle borse di studio “sono state rivisitate nel decreto firmato ieri sera”: le nuove soglie sono rispettivamente “23.000 euro e 50.000 euro, c’è

Istat: a luglio fatturato Industria +2,1%, calano gli ordinativi

Secondo quanto emerge dalle rilevazioni diffuse dall’Istat, a luglio, il fatturato dell’industria italiana sale del 2,1% rispetto al mese precedente, mentre gli ordinativi segnano una flessione del 10,8%, dato che

ISFOL, OGNI ANNO 4,6 MILIONI DI UTENTI DI SERVIZI ALL'IMPIEGO

Al sistema dei servizi sia pubblici sia privati per il lavoro si rivolgono ogni anno 4,6 milioni di persone: più della metà (54%), cioè 2,5 mln di utenti, si rivolge

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento