CENSIS: FUGA DI STUDENTI AL SUD

image_pdfimage_print

censisGrande esodo di giovani studenti, laureati e talenti del Sud che lasciano le proprie città di origine per fuggire all’estero e al Nord del Paese. Con i giovani che se ne sono andati, in dieci anni il Sud ha perso 3,3 miliardi di euro di investimento in capitale umano e 2,5 miliardi di tasse che sono emigrate verso le università del Nord. A tracciare lo scenario è uno studio realizzato dal Censis per Confcooperative. Anche la fuga dei talenti dal Mezzogiorno ha numeri da capogiro: in un anno 31mila laureati sono andati all’estero o al Centro-Nord. Negli atenei di queste regioni gli iscritti meridionali sono un esercito di 168mila persone, con un costo economico per il sistema universitario del Sud, per le famiglie e per il Paese.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento