CONFCOOPERATIVE SU CONTI PUBBLICI

image_pdfimage_print

confcooperative“Debito pubblico, meno sprechi più sussidiarietà. La revisione della spesa pubblica è una delle leve sulle quali possiamo agire”. Con queste parole il presidente di Confcooperative Maurizio Gardini incita “il Governo a farlo con determinazione” dalla 39a assemblea nazionale di Confcooperative “Protagonisti, al servizio del Paese”. “Il perimetro dello Stato può essere ridotto, – spiega – lasciando più spazio sia al mercato sia all’autorganizzazione della società civile nelle forme della sussidiarietà. Occorre diffondere l’impulso all’efficienza, la capacità di coniugare qualità, risparmio e merito, fin nelle più piccole e periferiche pubbliche amministrazioni”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SPREAD BTP BUND STABILE A 99 PUNTI

(ANSA) – ROMA, 13 GEN – Avvio di giornata stabile per lo spread tra Btp e Bund che segna 99 punti come ieri sera. Il rendimento del titolo decennale italiano

CONFESERCENTI: DAL 2007 PERSI 552MILA POSTI DI LAVORO 'AUTONOMO'

L’occupazione dipendente dà segnali di ripartenza, ma il mondo degli autonomi continua a scontare gli effetti della crisi e delle chiusure delle piccole imprese. Anche e soprattutto sotto il profilo

SINDACATI: GRAZIE A FONDO OCCUPAZIONE PIÙ DI 12.200 POSTI LAVORO NEL CREDITO

“Il Fondo nazionale per il sostegno dell’occupazione nel settore del credito (Foc) si conferma come uno strumento importante per difendere e migliorare l’occupazione nel nostro settore in particolare, in un’ottica

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento