VENERDÌ FERMI LAVORATORI DEL TERZIARIO

image_pdfimage_print

CCNLIncroceranno le braccia venerdì 6 maggio le lavoratrici e i lavoratori dei comparti industria turistica, pubblici esercizi, agenzie di viaggio, ristorazione collettiva, delle imprese di pulizia strutturate multiservizi, delle farmacie private e del comparto termale. La giornata di sciopero, che si svolgerà con presidi e manifestazioni organizzate in tutta Italia a livello regionale e locale, è stata indetta dai sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil, Uiltucs, UIltrasporti, per protestare contro l’atteggiamento dilatorio delle associazioni datoriali che non ha consentito ad oggi la positiva conclusione dei negoziati di rinnovo dei contratti nazionali di lavoro.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

OCCUPATI IN USA

Minor numero di posti di lavoro rispetto a quanti erano stati previsti negli Stati Uniti. Infatti, gli occupati del settore privato sono cresciuti meno, da luglio ad agosto: secondo il

RENZI SU EDUCAZIONE E ISTRUZIONE

“Io non so se, come hanno scritto, questo sia il miglior discorso di un neolaureato di tutti i tempi. Ma le parole di Donovan Livingston, studente di Harvard, su quanto

ARRIVA PIANO NAZIONALE CONTRO LA POVERTÀ

Contrasto alla povertà, riordino delle prestazioni e del sistema degli interventi e dei servizi sociali. Sono questi gli ambiti di intervento del Piano povertà varato dal governo, secondo quanto riporta

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento