INAIL, DATI INCIDENTI MORTALI

image_pdfimage_print

INAILSono tornati a a salire nel 2015 gli incidenti mortali sul lavoro: +16% le denunce rispetto al 2014, 1.172 casi a fronte dei 1.009 dell’anno precedente. Ma i primi dati del 2016 sono migliori: nel primo trimestre dell’anno in corso, infatti, le denunce di infortunio con esito mortale sono state 176, con un calo del 14,6% rispetto all’analogo periodo 2015. La stima è dell’Inail secondo cui si tratta di “un dato preoccupante che interrompe un andamento comunque positivo”. Dal 2010-2014, infatti, annota ancora l’istituto, le denunce hanno registrato una flessione del 24,21%.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

502 AMMINISTRAZIONI STRAORDINARIE 2015

Sono 135 le procedure di amministrazione straordinaria aperte a fine 2015, per un totale di 502 imprese e 121 mila lavoratori coinvolti. E’ quanto emerge dai dati di sintesi del

ISTAT, RISCHI RALLENTAMENTO PIL

“In un contesto europeo caratterizzato da una crescita significativa del Pil, l’economia italiana presenta segnali positivi” ma “l’evoluzione del clima di fiducia rimane incerta e l’indicatore composito anticipatore dell’economia italiana”

OCSE, ITALIA "PATRIA" DEI NEET

I Neet parlano soprattutto italiano. Secondo il rapporto Ocse 2016 diffuso oggi, in Italia oltre un terzo dei giovani tra i 20 e i 24 anni di età non lavora e

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento