INAIL, DATI INCIDENTI MORTALI

image_pdfimage_print

INAILSono tornati a a salire nel 2015 gli incidenti mortali sul lavoro: +16% le denunce rispetto al 2014, 1.172 casi a fronte dei 1.009 dell’anno precedente. Ma i primi dati del 2016 sono migliori: nel primo trimestre dell’anno in corso, infatti, le denunce di infortunio con esito mortale sono state 176, con un calo del 14,6% rispetto all’analogo periodo 2015. La stima è dell’Inail secondo cui si tratta di “un dato preoccupante che interrompe un andamento comunque positivo”. Dal 2010-2014, infatti, annota ancora l’istituto, le denunce hanno registrato una flessione del 24,21%.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

PER I PROFESSIONISTI PIÙ INVESTIMENTI IN ICT

Nel 2015, cresce la digitalizzazione tra avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro. E circa uno studio professionale su tre in Italia si dimostra aperto al cambiamento del proprio ruolo grazie

VIA LIBERA AL BANDO PER FINANZIAMENTI TUTORAGGIO AZIENDALE

Via libera al Bando per finanziare il tutoraggio aziendale nell’ambito del Sistema duale di formazione. L’avviso, pubblicato sul sito di Italia Lavoro, attua quanto previsto nell’accordo Stato-Regioni sul progetto sperimentale

RIENTRO AL LAVORO

Dopo la pausa estiva, per un rientro a lavoro più leggero e sereno, non bisogna pretendere di fare tutto e subito. Leggendo il vademecum realizzato da Copernico, il workspace innovativo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento